DPI alta visibilità: tipologie e normative

I DPI per l’alta visibilità sono necessari in tutti quei contesti lavorativi in cui è indispensabile segnalare visivamente la presenza del lavoratore. La nuova norma di riferimento EN 20471, che sostituisce la precedente EN 471, mantiene la distinzione dei DPI in tre classi in base alla superficie riflettente presente in essi:

  • Classe 1 (minima superficie riflettente: es. bretelle)
  • Classe 2 (media superficie riflettente: es. gilet, pantaloni)
  • Classe 3 (alta superficie riflettente; il DPI deve coprire il torace e avere bande di materiale riflettente su maniche e/o gambe dei pantaloni).

Un nuovo requisito è che il materiale di fondo (fluorescente) deve circondare tutte le parti rilevanti (torace, braccia e gambe a seconda del caso) con una larghezza minima di 50 mm. Le aperture ammissibili, per sistemi di allacciatura e cuciture, rimangono le stesse, così come l’inclinazione massima per le bande su torace e gambe (20°).