DPI arti superiori: tipologie e normative

I D.P.I. per gli arti superiori riguardano in particolare le mani e gli avambracci, maggiormente esposti ai rischi durante il lavoro e, in particolare in lavori riguardanti:

  • Manipolazione di prodotti acidi o alcalini disinfettanti e detergenti corrosivi
  • Lavori con masse calde o esposizione al calore
  • Lavorazione di vetri piani
  • Sabbiatura
  • Lavori in impianti frigoriferi
  • Disossamento e squartamento
  • Saldatura manipolazione di spigoli vivi sostituzione di coltelli nelle taglierine
  • Attività di taglio in macellazione

I guanti e i manicotti devono proteggere dai rischi derivanti dalle diverse tipologie di lavoro; per questo motivo, oltre ad avere una normativa in comune (EN420), ogni diverso rischio comporta una diversa normativa:

  • Guanti e manicotti – norma di conformità EN420
    • Rischi meccanici ed elettrostatici – norma di conformità EN388
    • Rischi elettrici/folgorazione- norma di conformità EN60903
    • Rischi chimici e microbiologici  – norma di conformità EN374
    • Rischi da freddo – norma di conformità EN511
    • Rischi da calore e fuoco – norma di conformità EN407
    • Rischi da vibrazioni – norma di conformità EN420

Inoltre le varie tipologie di rischi impongono la scelta di materiali specifici per la costruzione dei dispositivi, e in particolare:

  • guanti in nitrile, vinile, polietilene o lattice (per proteggere dall’assorbimento di sostanze chimiche)
  • guanti in gomma vinilica o neoprenica (per proteggere da elementi chimici corrosivi come acidi e/o alcali o derivati del petrolio)
  • guanti in cuoio, nylon rivestito (per proteggere da rischi meccanici)
  • guanti in materiale dielettrico (per l’isolamento elettrico)

Questi ultimi, in particolare, devono essere costruiti in pezzo unico senza cuciture, in materiale speciale e con spessore unico e costante ed essere dotati di manichetta che copra l’avambraccio.