DPI udito: tipologie e normative

I DPI per la protezione dell’udito (otoprotettori) sono necessari per prevenire la ipoacusia professionale, un indebolimento dell’apparato uditivo grave poichè non rimarginabile.

I dispositivi di protezione sono necessari quando si è sottoposti a rumori superiori a 85 Db di media giornaliera e, in particolare, a rumori che superano i 90 Db istantanei e, più in generale, in ambienti di lavoro quali:

  • Lavoro in prossimità di presse per metalli
  • Uso di utensili pneumatici
  • Attività del personale a terra degli aeroporti
  • Battitura di pali
  • Lavorazioni del legno
  • Lavorazioni tessili

Esisteno vari tipi di DPI raggruppabili in 3 gruppi:

  • Cuffie (norma di conformità EN 352-1)
    • abbinate ad elmetto (norma di conformità EN 352-3)
    • attive, con radio incorporata (norma di conformità EN 352-4)
  • Tappi auricolari (norma di conformità EN 352-2)
  • Archetti (norma di conformità EN 352-2)

Oltre alla norma di conformità di riferimento, gli otoprotettori devono riportare la lettera che contraddistingue il tipo di frequenza da cui proteggono, e in particolare:

  • L (protezione da frequenze da 65 Hz a 250 Hz)
  • M (protezione da frequenze da 250 Hz a 2000 Hz)
  • H (protezione da frequenze da 2000 Hz a 8000 Hz)