DPI vie respiratorie: tipologie e normative

I DPI per la protezione delle vie respiratorie, detti anche APVR (apparecchi protezione vie respiratorie), sono dispositivi di III Categoria che servono a proteggere da sostanze aeriformi potenzialmente nocive quali gas, polveri e vapori, mediante filtraggio. Questi DPI devono essere impiegati quando i rischi non possono essere evitati o sufficientemente ridotti da misure tecniche di prevenzione, da mezzi di protezione collettiva (ad esempio impianti di aerazione).

Gli APVR si dividono in:

APVR A FILTRO

  • mascherine antipolvere monouso (norma di conformità EN 149:2001+A1:2009)
  • mascherine antipolvere a filtrazione batterica per operatori sanitari (facciale filtrante FFP3 NR) monouso a tre lembi con valvola di esalazione (norma di conformità EN 149:2001+A1:2009 e Certificazione secondo la EN14683:2005 in classe II R, per la protezione da fluidi e schizzi e superamento della prova di efficienza batterica).
  • semimaschere (norme di conformità EN140).
  • maschere a pieno facciale classe 1 (con bardatura a 4 punti di aggancio) e di classe II (con bardatura a 6 punti di aggancio) con attacco filtri a baionetta e visiera (norma di conformità EN 166:1998 e EN136:2001

APVR ISOLANTI

  • autonomi – autorespiratori (norma di conformità EN137)
  • non autonomi – a circuito d’aria respirabile (norma di conformità EN139)

 

 

I filtri vengono poi classificati con una sigla (in base alla tipologia), con un numero (da 1 a 3 in base al potere filtrante), e con un colore (in base alla sostanza che filtrano), e sono suddivisi come segue:

  • antigas A, B, E, K (1÷3) (EN 14387)
    • ad assorbimento
    • a reazione chimica
    • a catalisi
  • antipolvere P (1÷3) (EN 143)
  • combinati ABEK (1÷3) P(1÷3)